Oroscopo Introdution

savageblender / Actuality  / Oroscopo Introdution
19 Gen

Oroscopo Introdution

L’oroscopo (dal termine latino hōroscopus, a sua volta proveniente dal sostantivo greco hōroskópos, composto da hṓra, durata di tempo e skopéō, osservare) si definisce come l’interpretazione astrologica della posizione degli elementi celesti al momento in cui si verifica un qualsiasi evento.

L’arte divinatoria di fare oroscopi si chiama oroscopia. La ricognizione della posizione degli astri è un’operazione tecnica realistica, in quanto consiste nella costruzione di una carta celeste con le posizioni dei pianeti e delle stelle al momento dell’evento preso in esame; viceversa, la sua interpretazione allo scopo di predire il futuro è totalmente arbitraria e pseudoscientifica. La predizione viene formulata sull’assunto che la posizione dei pianeti all’interno dello zodiaco in un certo momento influenzi il destino o il futuro delle persone. Gli oroscopi più comuni sono basati sul tema natale, ossia la rappresentazione degli astri che viene formulata al momento della nascita di una persona; comunemente, però, viene detto oroscopo anche la pubblicazione di predizioni generiche sul destino individuale delle persone, classificate secondo il segno zodiacale di nascita: ciò significa che queste predizioni si basano sull’influenza che il passaggio dei pianeti potrebbe avere, nel periodo di tempo considerato dall’oroscopo, sulle persone nate sotto un determinato segno zodiacale. Un tempo l’Oroscopo era studiato dagli astrologi poiché la stessa astrologia era ritenuta la madre di tutte le scienze, mentre oggi è considerata pura superstizione o pseudo scienza dalla comunità scientifica.

Bisogna però ammettere che per l’uomo essa è una storia antica come il Mondo… L’importante rapporto natura-uomo è sempre stato imprescindibile anche nelle religioni e culture orientali-asiatiche. L’astrologia, il cui nome deriva dal greco antico ἀστρολογία (astrologhía = aster / astròs [stella] + logia [discorso]), è un complesso di credenze e tradizioni, prive di fondamento scientifico, che ritiene che le posizioni e i movimenti dei corpi celesti rispetto alla Terra influiscano sugli eventi umani collettivi e individuali. 

L’astrologia è inoltre usata per il riscontro di caratteristiche comportamentali delle persone, in base alla loro data e località di nascita (tema astrale o psicoastrologia). Chi pratica l’astrologia si chiama astrologo e la sua divinazione è chiamata oroscopo. Dall’antichità fino al XVII secolo (nel periodo in cui vigeva il sistema geocentrico) col termine astrologia si indicavano gli studi rientranti nell’ambito dell’astronomia. Dopo la dimostrazione, con la rivoluzione copernicana, dell’eliocentricità del nostro Sistema Solare (che resta tuttavia accordabile con una visione geocentrica nel cosiddetto sistema ticonico), le due discipline hanno iniziato a distinguersi e l’astrologia è oggi considerata una pratica dell’occulto e una pseudoscienza. Secondo l’antica visione geocentrica, lo schema zodiacale in cui sono inserite le posizioni dei pianeti (ad esempio un oroscopo personalizzato) ha i punti cardinali invertiti. I pianeti e

gli aspetti hanno significati molteplici e il loro ruolo ai fini di un oroscopo è suscettibile dell’interpretazione soggettiva dell’astrologo. In questo mese, parleremo del primo segno dell’anno (anche se non il primo nella grafica della ruota dei segni poiché il primo dell’anno solare è in realtà l’ultimo della carta zodiacale!), perciò stay tuned!

Editor Eleonora M. I. Le Pera Graphic Designer Federica Narducci

 

Edoardo
No Comments

Rispondi