Notice: Undefined index: path in /home/savageblender/public_html/wp-includes/canonical.php on line 465
The Importance of Beauty - savageblender

The Importance of Beauty

savageblender / Psychology  / The Importance of Beauty
17 Gen

The Importance of Beauty

Definire il concetto di bellezza è quasi un’utopia.

Lo stesso dizionario tenta una definizione che lascia una libera interpretazione: “la bellezza è una qualità capace di appagare l’animo attraverso i sensi, divenendo oggetto di meritata e degna contemplazione”. Percepire la bellezza tramite i sensi equivale quindi a dire che è intesa come una sensazione polisensoriale ed il fatto che, di conseguenza, produca del piacere (come ho già ripetuto molte volte), evidenzia che essa è un bisogno biologico. Quale? Parlando in termini puramente biologici, è un bisogno senza dubbio legato alla sessualità.

La bellezza serve agli esseri viventi (e non solo a loro!) per superare la selezione sessuale, grazie alla quale si riesce ad attrarre un compagno con cui sarà possibile riprodursi e contribuire così al proseguimento della specie.

La bellezza sensuale indica infatti all’essere vivente quale, tra i vari conspecifici, sia il migliore e il più sano: la bellezza e la simmetria delle forme sono l’indice di possanza e capacità di fuga negli animali (e sinonimo di crescita perfetta nella flora); l’odore indica la compatibilità chimica-ormonale (o, nel mondo animale, attira a sé alcuni insetti più di altri); l’udito invece valuta la voce( e quindi la capacità comunicative); infine, il tatto conferma la perfezione fisica nel momento dell’amplesso.

Se, da un lato, questi canoni risultano veri per tutti gli esseri viventi, dal momento che influenzano ancora in grande parte noi esseri umani, dall’altro non sono più essenziali. Gli umani, creature psicologicamente più evolute, non si basano unicamente sui canoni estetici primordiali. E ’per questo motivo che non si può definire con certezza una bellezza oggettiva, che perduri nel tempo e che valga per ogni cultura. I canoni estetici mutano infatti negli anni e sono altalenanti nelle varie culture, poiché ci atteniamo a quello che vale nell’ambiente in cui viviamo, sempre mediando con ciò che, secondo il nostro parere, è considerabile attraente.

L’essere umano aggiunge alla bellezza una componente psichica ed emotiva che trasforma e stravolge tutto ciò che determinava l’istinto animale nella scelta del partner. Non siamo dunque più soggetti all’arcaica selezione sessuale, al concetto di simmetria o al desiderio ormonale, ma sappiamo (o meglio proviamo a capire) quello che desideriamo anche a livello relazionale ed emotivo, e abbiamo libero arbitrio nel determinare le nostre preferenze. Ciò che, magari, per altri appare brutto ha per noi caratteristiche talmente attraenti da risultare anche bello e capace di accendere la nostra corteccia orbitale mediale (area adibita alla valutazione estetica) come nessun altro. La bellezza quindi avrà sempre una relazione con la sessualità, ma risente moltissimo della soggettività

a tal punto che si potrebbe sostenere che qualunque cosa sia potenzialmente meravigliosa. Innamoratevi di chi stravolge i vostri sensi al di là di ogni convenzione!

Editor & Graphic Niccolò Fallani Graphic Designer Federica Narducci

Edoardo
No Comments

Rispondi