Nintendo Story

savageblender / Technology  / Nintendo Story
12 Gen

Nintendo Story

Nintendo è uno dei più prestigiosi marchi del settore videoludico che tutti noi ormai conosciamo e associamo inevitabilmente all’altresì famoso baffuto idraulico Mario. Ma vi siete mai chiesti da dove e quando è nata questa console nipponica, amica e compagna di tanti pomeriggi solitari? Tutto incominciò il 23 settembre del 1889 a Kyoto, da un’idea di Fusajiro Yamauchi. Nintendo Koppai (così era originariamente chiamato il  piccolo laboratorio artigianale che si occupava della produzione delle carte da gioco Hanafuda); l’idea riscosse così tanto successo che, dopo quarant’anni, il testimone passò al genero Sekiryo Yamauchi, il quale ampliò ulteriormente il mercato portando, nel 1953, Nintendo ad essere il principale punto di riferimento del settore in Giappone. Ma è solo grazie a Hiroshi Yamauchi che l’azienda riesce finalmente a entrare in borsa, firmando un accordo con la Disney per produrre carte raffiguranti i personaggi della casa di animazione. La grande spinta economica avviene nel momento in cui Nintendo decide di impiegare le proprie risorse nel settore dei giocattoli, settore in rapida espansione nella nazione.

Ed è proprio Gunpei Yoko (l’ingegnere elettronico inventore della mano giocattolo estensibile chiamata “The Ultra Hand”) a rivoluzionare la società: le novità introdotte negli anni a seguire (la prima pistola giocattolo fotosensibile Beam Gun e una sua rivisitazione successiva, la Magnavox Odyssey) fanno sì che Nintendo abbia sempre più peso all’interno dell’ambiente videoludico domestico, tanto che, con l’arrivo, nel 1975, di Donkey Kong “figlio” di Shigeru Miyamoto, (che creerà, negli anni a venire, le serie di Super Mario e Zelda) il successo della Nintendo continua.

Nei primi anni 80 vengono introdotti sul mercato i primi giochi elettronici tascabili, i Game&Watch, che saranno seguiti, poco dopo, dalla prima console interamente prodotta dalla casa giapponese: il Famicom. Il lancio a livello internazionale avviene due anni dopo, con il famosissimo NES (Nintendo Entertainment System), affiancato dalle cartucce di Donkey Kong e Mario Bros che portano la console al successo anche negli Stati Uniti, dando la possibilità di sviluppare decine di giochi (tra questi Zelda nel 1988). Per tutta la metà degli anni 90, il colosso nipponico domina i mercati, lanciando il primo Gamboy (con Tetris e Super Mario Land) Super Famicom (SNES) e Nintendo 64. Dopo l’avvento di Sony con Playstation (prima console dotata di lettore ottico), inizia però la famosissima e tuttora attualissima “Console War” che vede quest’ultima spodestare la connazionale sul mercato, anche se Nintendo resiste fino al 2004, con la commercializzazione del Nintendo Ds (la console portatile che conquista grandi e piccini) e poi del Nintendo Wii nel 2006. Quest’ultimo riesce a irretire e coinvolgere migliaia di giocatori grazie all’invenzione del sistema di controllo WiiMote, apportando ulteriori migliorie nel campo videoludico. A quel punto, Sony e Microsoft rispondono con sistemi di controllo similari per le loro console, riuscendo a conquistare una grande parte del mercato. E’così che Nintendo partorisce la WiiU, console che purtroppo non convince appieno i videogiocatori nonostante la validità della stessa e dei titoli proposti. Nel frattempo, il futuro sembra però sorridere alla casa produttrice grazie alla creazione di Nintendo 3Ds (prima console portatile a sfruttare l’effetto 3D). Inoltre, con la nomina dell’attuale presidente Tatsumi Kimishima, il colosso concentra i suoi sforzi, decretando la nascita, il 3 Marzo 2017, di Nintendo Switch, tuttora presente sul mercato. Una cosa è certa: nonostante le avversità, Nintendo in tutti questi anni ha saputo usare al meglio le sue carte per potersi preservare nel tempo e per suscitare in noi videogiocatori (e non) quella sensazione di gioia e meraviglia che ha accompagnato la nostra infanzia e che tutt’ora risplende nei nostri occhi, quando possiamo perderci per ore, o solo per qualche istante, nell’immaginifico mondo della fantasia che Nintendo ha saputo creare per noi.

Editor Maurizio Ghinassi Graphic Designer Federica Narducci

Edoardo
No Comments

Rispondi