Notice: Undefined index: path in /home/savageblender/public_html/wp-includes/canonical.php on line 465
Quando i Film sono difficili da vedere...al Cinema - savageblender

Quando i Film sono difficili da vedere…al Cinema

savageblender / Movie  / Quando i Film sono difficili da vedere…al Cinema
8 Gen

Quando i Film sono difficili da vedere…al Cinema

Tanto assurdo quanto vero, ma più un film è ben fatto e meritevole di esser visto, più sarà arduo trovarlo nelle sale.

E Nico,1988 ne è la riprova. Nonostante le critiche positive ed il prestigioso ‘Premio Orizzonti’ vinto all’ultimo Festival di Venezia, il film di Susanna Nicchiarelli sembra infatti tristemente destinato a vagare qua e là, di provincia in provincia, come un fantasma senza pace…un po’ come la donna di cui narra gli ultimi anni di vita. Nico 1988 è un potente neon in fondo al tunnel che fu la vita di Christa Päffgen. Ma chi era Nico? Figura enigmatica dal fascino conturbante, fu la modella perfetta per Coco Chanel, la cantante che Andy Warhol volle per i Velvet Underground, la biondissima ‘German Queen’ che incantò Lou Reed e la Femme Fatale che, come lei stessa cantava con la sua voce stupendamente sporcata dalle sigarette ed il whisky, avrebbe spezzato il cuore a tutti quanti. Era la diva e l’antidiva, l’angelo e il demone, il candore ed il tormento. Sì perché Nico era tutto ed il contrario di tutto. Così bella e dannata da stregare Alain Delon (col quale ebbe un figlio) ma talmente allo sbando dall’essere per forza destinata alla tragedia. Con un’interpretazione magistrale e carismatica, l’attrice danese Trine Dyrholm sbatte sullo schermo la natura complessa di questa artista tenebrosa, riportandoci ai tempi in cui, schiva ed imbronciata come suo solito, si esibiva in concerto mostrandosi al pubblico con i capelli corvini e gli occhi pieni di eroina, quella fedele nemica che le scorreva nelle vene ormai da tutta la vita. Nico, anagramma di Icon, colei che si definiva la gemella spirituale di Jim Morrison e si vantava come una bimba di aver ispirato Heroes a David Bowie. Nico, la ragazza celestiale che con una nota ti catapultava all’inferno. Nico, la ribelle beffata dal destino che morì da donna anzichè da rockstar. Era il 1988 e, a soli 49 anni, Nico pedalava per Ibiza senza sapere che la fine l’attendeva lungo un marciapiede su cui avrebbe sbattuto la testa; pedalava pensando a tutto o forse a niente, mentre una delle sue canzoni più tristi magari aleggiava nell’aria: “Se do l’impressione di aver paura di vivere la vita che ho trasformato in canzone, è solo perché sono stata sconfitta per così tanto tempo…”.

Editor Francesca Cellini Graphic Designer Federica Narducci

Edoardo
No Comments

Rispondi