La Cantina dei Feudi di San Gregorio

savageblender / Design  / La Cantina dei Feudi di San Gregorio
15 Dic

La Cantina dei Feudi di San Gregorio

La cantina dei Feudi di San Gregorio unisce il vino all’architettura, all’arte e alla fotografia e si presenta come un luogo unico che rispecchia la tradizione vinicola irpina, proiettandosi nel futuro senza dimenticare il passato.

Nata nel 1986 ad Avellino, la cantina dei Feudi di San Gregorio si è posta, fin da subito, l’obiettivo di salvaguardare i vitigni del Sud Italia come l’Aglianicoil Fiano di Avellino e il Greco di Tufofacendo conoscere questa realtà vinicola anche nel mondo. Da qui è nata l’idea di estendere l’impresa anche agli artisti e ai fotografi del luogo, fra cui il duo Vedovamazzei (che per l’azienda ha realizzato un’opera ispirata alla colatura del vino nel bicchiere) e Mimmo Jodice, il quale ha raccontato la storia della cantina attraverso un’installazione permanente intitolata “Immaginazioni”.

Ciliegina sulla torta è l’edificio, avveniristico, disegnato dall’architetto giapponese Hikaru Mori. Il suo progetto esprime infatti la volontà di superare il concetto di cantina tradizionale, dando espressione visiva allo spirito multidisciplinare che la anima, al fine di renderla un laboratorio di idee e di creatività ispirato alla ricchezza del territorio circostante.

La struttura si caratterizza per le linee nette e appuntite e per la varietà dei materiali utilizzati come vetro, acciaio, zinco titanio e cemento, che conferiscono dinamicità visiva all’architettura. Gli spazi interni ospitano la hall d’ingresso, un open space, un anfiteatro realizzato in pietra, la cantina di microvinificazione (che contiene circa cinquemila barriques e botti), la sala degustazione e il negozio aziendale. Gli interni sono stati creati dai designer Massimo e Lella Vignelli, i quali hanno anche firmato le etichette dei vini. Infine, da non perdere, è il Marennà (il ristorante stellato che si trova all’ultimo piano dell’edificio) da cui si può godere una vista panoramica sui vigneti circostanti.

Editor Daniela Fusco Copyright Angela Ceccherini

Edoardo
No Comments

Rispondi