Egypt Make Up 1

savageblender / Beauty  / Egypt Make Up 1
26 Lug

Egypt Make Up 1

Editor Neferweb /Graphic Designer Elia Manta 

Il fascino immenso della civiltà dell’Antico Egitto è costituito anche dal fatto che chiunque, ammirando un reperto egiziano, lo qualifica immediatamente come tale, senza esitazione alcuna. Nel corso di tremila anni gli Antichi Egiziani seppero o meglio, amarono mantenere un fermissimo fil rouge di continuità stilistica. Essi riuscirono a salvare ed a proteggere nel corso di non pochi millenni un loro specialissimo ‘’ brand’’, un ‘‘marchio di fabbrica’’ inconfondibile ed il makeup degli occhi riveste , di diritto, un posto speciale in questa affascinante ed unica linea iconografica, da cui emerge che per gli Egiziani la bellezza era un segno di santità.
La cura raffinatissima del corpo, i profumi, il trucco, la manicure, il pedicure e lo styling dei capelli, parrucche comprese furono per gli antichi Egizi un aspetto della vita di ognuno, uomo e donna che fosse, infinitamente importante.


Le classi sociali erano, nell’Antico, nel Medio e nel Nuovo Regno, decisamente divise e separate, ma anche nei ceti meno abbienti l’igiene e la cura del corpo, il trucco ed il taglio dei capelli costituirono sempre un aspetto di vita primario e mai secondario. Il valore essoterico del make up degli occhi, presso gli antichi Egizi è noto, mentre quello esoterico coinvolge aspetti veramente sorprendenti.
Il make up del volto ed in modo particolare il trucco degli occhi svolsero in un arco temporale di oltre tremila anni molteplici funzioni, alcune delle quali veramente inusuali,per non dire sorprendenti.
Il trucco certamente rivestiva, come lo riveste oggi, il ruolo fondamentale di abbellimento e miglioramento dei tratti somatici dei volti sia maschili che femminili e le lunghe e perfette linee di bistro nero nelle palpebre inferiori e superiori, ingrandivano gli occhi e ne approfondivano lo sguardo, oltre al regalare alla forma dell’occhio un taglio a mandorla, molto apprezzato.


Il bistro, contenuto in attualissime palette in forma compatta, era addizionato con unguenti medicamentosi, che avevano la specifica funzione di preservare gli occhi da indesiderate, ma frequentissime infezioni oftalmiche, dovute soprattutto agli insetti della calda Terra d’Egitto.

The most fascinating aspect related to Egyptian civilization maybe is that everyone of us, just looking at an egyptian object, would certainly recognized it as ancient Egyptian. During more than three thousand years, ancient Egyptians were able, or better loved to keep and maintain a very strong fil rouge as far stylistic continuity is concerning.
By the time of the Old Kingdom and during almost three millennia, they were able to preserve their own very spyecial ‘‘brand’’, a sort of very unique and remarkable ‘‘logo’’, in which the makeup, keeps a very considerable place in the entire iconographic paradigm of the Egyptian daily lives, because the Ancient Egyptians regarded beauty as a sign of holiness.
Ancient Egyptians were always extremely concerning about body care, makeup, manicure, pedicure, hairstyling, wigs too and all these things, both for men and women, used to represent a not insignificant aspect of life.
In the Old, Middle and New Kingdom social classes were clearly separeted, but even in the lower classes the bodycare, the makeup and the look were always very important for women and for men too.
The makeup’s eyes in the Ancient Egypt hade also magical and religious purposes an, particularly an exoteric value, very well known by all of us, but on the other hand even the esoteric value involves quite interesting aspects.
The makeup played, as it plays nowadays, the fundamental role of embellishment and emprovement of the features of the face, for both female and male, but the long, thick and perfect black lines sourrounding the eyelids, were used to make eyes bigger, to deepen the glance, and they gave the eyes an almond cut, very appreciate and fashionable.
The khol was contained into extremely modern palettes, shaped in solid little pills and it was added with medicated ointments, which have the specific function of preserving the eyes from ophthalmic infections, mainly due to insects, in the hot climate of Egypt.

Edoardo
No Comments

Rispondi