Make Up Nella Storia

savageblender / Beauty  / Make Up Nella Storia
30 Mag

Make Up Nella Storia

Entrando in una qualunque profumeria  siamo invasi dal make-up.  Che sia low cost piuttosto che luxury tutti siamo addicted ad uno o più prodotti per la cura del nostro aspetto e per il culto della nostra bellezza. In antichità il trucco o meglio ila decorazione del corpo aveva una funzione culturale e igienica.

I primi ad aver creato una linea cosmetica sono stati gli antichi Egizi. Utilizzavano la Kohl, una polvere di colore scuro ottenuta dalla macinazione del bruciato di mandorle, il piombo e il rame, minerali, cenere e ocra, tutte sostanze lavorate che venivano applicate sugli occhi con un bastoncino per dare all’occhio uno sguardo a mandorla, considerato molto attraente per l’epoca.Trucco ma non solo: il pesante make up degli egiziani, soprattutto delle bellissime regine come la leggendaria Nefertiti, non serviva solo a rendere i loro occhi colorati, seducenti e brillanti, ma aveva una vera e propria funzione preventiva e terapeutica, con il trucco proteggevano di fatto gli occhi dalle infezioni.

Al tempo dei romani, ivece, celebri erano i bagni nel latte di asina di Poppea , moglie di Nerone veniva usato anche il khol per delineare e dare profondità allo sguardo.

È intorno al periodo Vittoriano, però, che il trucco del viso cominciò ad essere associato a prostitute ed attrici. Le donne ricorrevano a misure estreme per apparire con una pelle diafana utilizzando ingredienti come il piombo e l’arsenico. Neppure il sole era ben visto: la pelle per essere giovane e sana doveva essere protetta da velette e ombrellini. Ingredienti naturali come fiocchi d’avena, miele, tuorli d’uovo, e rose sostituivano i cosmetici. Le sopracciglia erano ridisegnate ed era utilizzato il riso in polvere su viso e decolleté. Nel 1930 le cose cambiano grazie alla nascita di diverse case cosmetiche, e l’uso di make-up si diffonde tra le donne di tutte le classi sociali indistintamente. La primissima casa cosmetica fu L’Oreal nel 1909 con il nome “ French Harmless Hair Colouring Company” seguita a ruota da Elisabeth Arden, Max Factor  e Helena Rubenstein per poi nel corso sempre dei primi decenni del ‘900 veder fiorire Revlon ed Estée Lauder.

Il primo vero boom del make-up lo abbiamo negli anni ‘50 quando il trucco  subisce una vera rivoluzione: per effetto dell’ottimismo post guerra si ha una vera e propria esplosione di colori. Un boom nel settore bellezza condotto da Avon che inaugura la vendita porta-a-porta di cosmetici. Sono gli anni in cui il cinema incomincia a sfornare modelli e icone da copiare come la bella Audrey Hepburn con il suo make up particolarissimo cat-eyes..

Gli anni ‘70 ed ‘80 sono caratterizzati da colori e colori sempre più vivaci sugli occhi e look sempre più estremi, pesanti e all’avanguardia. Tutto cambia e si estremizza dal 2000 con l’avvento della chirurgia estetica che prende sempre più piede in questi anni, labbra gonfiate, seni che raddoppiano la taglia, visi tirati e tratti distesi che omolagano la bellezza

femminile.

Negli ultimi anni invece tantissimi star e starlette hanno creato l loro personale linea cosmetica e le grandi case cosmetiche si sono fatte ammaliare dal culto della skincare asiatica; infatti siamo invasi di maschere , sieri e creme apposite per ogni parte del corpo.

 

 

 

Che scegliate un look da pin up anni ‘50 piuttosto che un cut crease tipico anno ‘60 ricordatevi prima di prendervi cura della vostra pelle e soprattutto di amarvi sempre.

Supervisor Ginevra Tahabata Dall’Olmo Graphic Designer Elia Manta

Edoardo
No Comments

Rispondi