Le Mille Sfumature dei Deserti

savageblender / Actuality  / Le Mille Sfumature dei Deserti
18 Mag

Le Mille Sfumature dei Deserti

Nellimmaginario collettivo la parola deserto spesso evoca in noi lidea di un luogo caldo, sabbioso, non abitato…ci immaginiamo dune, cammelli e perché no, qualche oasi abitata da beduini! In questo articolo cercheremo di capire quali sono i deserti più belli e particolari del nostro pianeta, i più affascinanti per ogni viaggiatore! 

Intanto possiamo fare una grande distinzione tra deserti caldi e deserti freddi.

I deserti caldi tipici delle zone tropicali sono caratterizzati da escursioni termiche diurne, tra questi anche il deserto sabbioso per eccellenza quello del Sahara, un enorme distesa di sabbia di 9 mila km², che invade undici stati dell’Africa settentrionale; mentre quelli freddi hanno escursioni termiche annue, stagionali.

È considerato deserto freddo quello del GOBI, in mongolo luogo senza acqua, situato tra Cina e Mongolia su un altopiano, è caratterizzato da venti freddi che soffiano dalle steppe siberiane. Definito anche deserto dei misteri, le sue dune di sabbia, che dinverno non sarà raro vedere innevate, nascondono numerosi reperti archeologici anche di 80 milioni di anni fa! Per di più la zona di Alashan, è un area fitta di misteri e di storia, infatti sono numerose le città carovaniere che vi si sono formate, in quanto esso faceva parte dellultimo tratto della via della seta. Da non dimenticare nelle vicinanze del deserto del Gobi il Zhangye Danxia Geopark in Cina, una zona montuosa coloratissima, formatasi da una fusione di vari minerali di pigmenti diversi! Un luogo da vedere almeno una volta nella vita!!

Dalla Cina ci spostiamo in Cile, il deserto di Atacama è uno dei deserti costieri più asciutti del mondo!

Questo deserto è uno dei più visitati dai turisti di tutto il mondo, infatti qui si trovano varie attrazioni che lo rendono molto suggestivo… Chi non vorrebbe vedere dal vivo i famosi fenicotteri rosa? Oppure scattarsi una foto con la statua della mano che sbuca dalla terra arida? O ancora passare una notte a Huacachina, una splendida oasi circondata da dune altissime?

Poco distante, in Bolivia, invece, si trova Il Salar de Uyuni, il più grande specchio del mondo! Un deserto di sale, pensate che contiene circa 10 miliardi di tonnellate di sale! Un esperienza unica passeggiarci sopra e meta turistica prediletta anche dai fotografi di tutto il mondo!

Ci spostiamo in Arabia, invece, per scoprire il secondo deserto sabbioso più grande del mondo dopo il Sahara, ma anche il più inospitale e meno esplorato: il deserto Rub’ al-Khali, tradotto il “quarto vuoto”. Questo deserto è formato da dune sabbiose rosse che lo rendono meraviglioso, ma tempo stesso ancora poco conosciuto, sappiamo con certezza però che è uno dei luoghi più ricchi di petrolio della terra!

Parlando di petrolio, interessante e poco conosciuto è il deserto del Karakum nello stato del Turkmenistan, in Asia centrale, qui si trova la così detta porta dellinferno, un cratere enorme formatosi dal cedimento della terra dopo che era stato scavato alla ricerca del petrolio, che effettivamente cera…ma per bloccarne la fuoriuscita furono costretti ad incendiarlo e questo cratere continua tuttoggi a bruciare, rendendo latmosfera unica e quasi spaventosa!

Molto belli dal punto di vista turistico e soprattutto per le escursioni sono i deserti della Giordania e della Siria, la stessa Damasco fu costruita proprio su un oasi! Questi deserti sono tuttora abitati da beduini, e trovarsi lì vi farà sembrare dentro un vecchio film!!

Affascinanti realtà da vivere, in un bel viaggio alla scoperta del nostro bellissimo pianeta!

Editor Silvia Chiosi Graphic Designer Elia Manta

Edoardo
No Comments

Rispondi