The WALL Exhibition

savageblender / Art & Culture  / The WALL Exhibition
23 Feb

The WALL Exhibition

  • The WALL Exhibition A Palazzo Belloni a Bologna  (Via Barberia 19) Fino al 6 Maggio 2018

Una mostra da non perdere. Una mostra sui Muri.

Quando pensi alla parola Muro, cosa ti viene in mente?

Quello di Berlino? Quello della tua camera da letto? O quello del sottopassaggio della Stazione tutto imbrattato di scritte? Ecco, questa mostra gioca con la tua fantasia, si mette al tuo fianco e accetta qualunque significato tu dia alla parola MURO, the WALL. E’ una mostra interattiva, dalla prima stanza all’ultima. Ti porta ad essere curioso, stuzzica la tua mente, perché mentre sei concentrato a pensare al muro (inteso come opera d’arte), la tua mente vola ai graffiti e alle scritte, magari proprio a quelle che leggevi sui muri dei bagni della scuola…. Proseguendo, ti ritrovi in quel corridoio dove anche tu puoi imbrattare il Muro: è vero, non sai se farlo o no, se portargli rispetto, ma ci sono i pennarelli…. Quindi perché non usarli? Quel muro rimanda al muro sociale, quello dei Social, quello di Facebook, dove tutti scrivono, qualsiasi cosa. Devono comunicare e lo fanno su un muro virtuale.

 

I muri non sono solo contenitori di testi, ma sono barriere, delineano confini, dividono cose e persone e, sotto sotto, in certi casi i muri aiutano alla diffusione del razzismo: come a Berlino, cè chi sta al di qua e chi al di là del Muro. Per quanto riguarda l’allestimento vero e proprio di questa mostra, ogni stanza dell’esposizione presenta un cubo retro illuminato, dove dovrai appoggiare la cartina che ti verrà consegnata all’ingresso. Prima di iniziare a guardarti intorno, se appiattirai il foglio sullo schermo, ti appariranno alcune parole che sono quelle che dovresti provare all’interno di quell’ambiente, sono quelle che quella stanza vuole comunicarti. Gli artisti presenti in questa mostra sono Giambattista Piranesi, Arnaldo Pomodoro, Giuseppe Uncini, Matteo Pugliese, Mimmo Rotella, Lucio Fontana, Hitomi Sato, Pink Floyd, Christo. Ognuno esprime il proprio concetto di Muro. Opere virtuali si alternano a sculture, a composizioni scritte, raccontate, ma anche a stanze chiuse a chiave, dove dovrai suonare “il campanello” per entrare a vedere quello che c’è dentro. Un percorso dentro al Muro, ma anche fuori. Una mostra incentrata su concetto ampissimo, che non è solo una parete, ma una porta, a volte una barriera, o anche una bacheca.

Perciò, addentratevi nel labirinto di Palazzo Belloni. Ne rimarrete travolti.

Editor Collaborazione Esterna Federica Furia Bettocchi G.Designer Federica Narducci

Edoardo
No Comments

Rispondi