Sugar!

savageblender / Psychology  / Sugar!
6 Gen

Sugar!

Oggi si festeggia l’Epifania, nota anche più volgarmente come “Befana”. Ebbene, la storia della vecchietta che porta carbone o dolcetti in base al comportamento dei bambini durante l’anno passato, è solo la più recente attribuita a questa giornata che, in realtà, simboleggia l’apparizione del Bambin Gesù ai Re Magi. Durante questa festa facciamo scorpacciate di caramelle, carbone zuccherato, cioccolato e, perché no, anche di avanzi di panettone e pandoro e lo zucchero scorre a volontà! Ma cosa è precisamente? 
Lo zucchero, in termini scientifici, è il nome che diamo al saccarosio o, più generalmente, ai glucidi. Queste molecole sono essenziali per la nostra alimentazione e, insieme ai carboidrati (che sono una forma complessa degli zuccheri), sono la fonte più comune di energia per gli esseri viventi. Il nostro organismo, infatti, è biologicamente strutturato per ricevere basse quantità di zucchero; perciò, fin dall’antichitá, il nostro corpo ha fatto in modo che ricercassimo alimenti zuccherini per sopravvivere a fame e carestie.  Ecco dunque spiegata la nostra passione per i dolci: la nostra mente, guidata dal bisogno fisico, ha sviluppato, nel tempo, una sorta di sistema di ricompensa in risposta all’assunzione di zuccheri poiché, ogni volta che ne assumiamo anche solo una piccola quantità, il nostro corpo rilascia dopamina (l’ormone responsabile della gioia) facendo sì che sperimentiamo di nuovo quel piacere. Ad oggi, però, zuccheri e carboidrati sono così presenti nelle nostre case, nei nostri pasti e nelle nostre occasioni di festa da essere diventati alimenti forse troppo quotidiani e disponibili che risorse di fabbisogno. Non ci deve sorprendere, quindi, che il diabete di tipo 2 sia la quarta causa di morte nei paesi sviluppati. I danni provocati dall’abuso di zucchero non sono solo fisiologici, ma anche psichici. Il continuo desiderio di dolci porta, infatti, a continui sbalzi insulinici che provocano variazioni dell’umore, confusione mentale, frequente senso di stanchezza e negatività dei pensieri (che possono sfociare in depressione). Inoltre, lo stimolo della fame, ci spinge a comportamenti alimentari distorti, aumentando i nostri sensi di colpa e la nostra frustrazione. Continuando a mangiare cibi ad alto indice glicemico, perciò, ingrasseremo, peggiorando ancor più le nostre condizioni di salute e aumentando le nostre difficoltà. Non di rado, infatti, “si cura” un momento di tristezza con l’assunzione di dolci, quasi come se lo zucchero fosse la magica risposta ai nostri dispiaceri: ecco che questo lo rende una “droga” a tutti gli effetti. Ciò detto, è vero che la nostra cultura si basa molto sul cibo e che il dolce è quel lieto finale irrinunciabile che rende sublime il pasto! Perciò, viva la Befana e gli zuccheri che porta con sè, ma con moderazione! Nella speranza di avervi reso un po’ più consapevoli delle proprietà dello zucchero, vi auguro buona giornata e buona Epifania!
Editor & Illustrator Niccolò Fallani Copyright Federica Narducci
Edoardo
No Comments

Rispondi